Incentivi per la riqualificazione energetica

TIDEL IMPIANTI

65% di detrazione fiscali
0 %
DETRAZIONE FISCALE

Cos'è

Consiste nella detrazione dall’Irpef del 65% di quanto speso per opere finalizzate al risparmio energetico. Sono ammesse in detrazione solo le spese riguardanti i costi sostenuti per gli interventi di ristrutturazione, sia quelli sostenuti per le prestazioni professionali necessarie alla loro realizzazione. La detrazione IRPEF (persone fisiche) o IRES (persone giuridiche) è spalmata in quote costanti in 10 anni, dell’importo dei lavori effettuati.

Chi sono i beneficiari

  • Tutti contribuenti residenti e non residenti che possiedono l’immobile a qualsiasi titolo. In particolare i beneficiari del diritto alle agevolazioni che possono fare richiesta sono: le persone fisiche: il proprietario, l’inquilino, soggetti in comodato o i condòmini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali, il familiare convivente con il detentore del titolo;
  • I contribuenti con reddito (persone fisiche e società di persone o di capitali);
  • Le associazioni tra professionisti;
  • Gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale;
  • Gli Istituti autonomi per le case popolari o gli enti che hanno le stesse finalità sociali (società “in house providing”).

Interventi incentivati

  • Riqualificazione energetica globale;
  • Interventi sull’involucro dell’edificio: coibentazione di pareti, soffitti, tetti e pavimenti;
  • Installazione di pannelli solari termici per l’acqua calda;
  • Sostituzione degli impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza;
  • Installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, climatizzazione e ACS (domotica, building automation).

Riqualificazione energetica e sismica degli edifici

TIDEL IMPIANTI

110% SUPERBONUS
0 %
SUPERBONUS

Cos'è

Il Superbonus 110% è la detrazione fiscale prevista dal Decreto Rilancio (DL 34/2020), che vuole perseguire il duplice obiettivo di migliorare le prestazioni energetiche (Ecobonus) e sismiche (Sismabonus) del patrimonio edilizio esistente e contribuire al rilancio del settore edile.

Chi sono i beneficiari

  • Condomìni;
  • Persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari – limitatamente all’ecobonus 110%, questi soggetti possono beneficiare della detrazione per gli interventi realizzati sul numero massimo di due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento delle detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio;
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica;
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci;
  • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, dalle organizzazioni di volontariato e dalle associazioni di promozione sociale;
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.

Interventi incentivati

  • Isolamento delle strutture opache verticali, orizzontali e inclinate per almeno il 25% della superficie disperdente dell’edificio o dell’unità immobiliare situata all’interno di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendente e con accesso autonomo dall’esterno.

    Modifiche alle parti comuni degli edifici per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento  o la  fornitura  di  acqua  calda  sanitaria di tipo:

    • Caldaia a condensazione ad acqua con efficienza pari ad almeno la classe A ;
    • Pompe di calore e sistemi ibridi, eventualmente abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo;
    • Impianti di microcogenerazione;
    • Collettori solari per la produzione di acqua calda sanitaria;
    • Teleriscaldamento (ammesso unicamente per edifici in comuni montani non interessati dalle procedure di infrazione alle norme Europee nei confronti degli obblighi sulle emissioni di PM10).
  • Interventi sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari  che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria, di tipo a:

    • Caldaia a condensazione ad acqua con efficienza pari ad almeno la classe A ;
    • Pompe di calore e sistemi ibridi, eventualmente abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo;
    • Impianti di microcogenerazione;
    • Collettori solari per la produzione di acqua calda sanitaria;
    • Teleriscaldamento (ammesso unicamente per edifici in comuni montani non interessati dalle procedure di infrazione alle norme Europee nei confronti degli obblighi sulle emissioni di PM10).

    Un’ulteriore specifica riguarda gli edifici storici vincolati: nel caso in cui la costruzione sia vincolata ai sensi del D.Lgs 42/2012 e risulti impossibile eseguire un intervento principale, il Decreto consente di ottenere il 110% anche con i soli interventi subordinati previsti nell’Ecobonus in Legge di Bilancio.
    Il Superbonus 110% si può applicare anche a interventi di demolizione e ricostruzione.

di Leonardo Quattrocchi

Via Leonardo Sciascia, 1
Riposto (CT)

Azienda abilitata secondo le direttive del D.M. 37/08

Copyright © 2021 Tidel Impianti All rights reserved.

Landing Page